Sito ufficiale C.S. S.Agostino A.S.D.

HomeNewsIntervistaGiovanissimi 2004 ai regionali: due chiacchiere con il Resp. Iazzetta e i Mister Siviero e Casoni

Filtra

Cerca:

Effettua la ricerca sul testo delle News.

Categoria:
Data:

Giovanissimi 2004 ai regionali: due chiacchiere con il Resp. Iazzetta e i Mister Siviero e Casoni

20/12/2018 14:12

Dopo il fantastico weekend appena passato, che ha sancito l’accesso ai campionati regionali da parte dei nostri Giovanissimi 2004, facciamo due chiacchiere con il Responsabile del Settore Giovanile, Enrico Iazzetta e con i Mister dei Giovanissimi 2004, Mirko Siviero e Roberto Casoni, per chi ancora non lo conoscesse, è Secondo Istruttore anche nei Primi Calci, un ragazzo che con molta umiltà e voglia di imparare si è messo a disposizione nel nostro Settore Giovanile


Enrico, cosa ne pensi di questo traguardo raggiunto dai Giovanissimi 2004?

Sono molto felice e contento per i ragazzi e per i loro istruttori che hanno svolto davvero con professionalità e passione un grandissimo lavoro. È il premio per aver fatto davvero un gran girone provinciale dopo aver pagato, invece, lo scorso anno lo “scotto” del difficile campionato Interprovinciale. Sapevo ed ero sicuro che l’esperienza dello scorso anno sarebbe comunque servita ai ragazzi per crescere e i frutti li abbiamo raccolti in questi mesi.

Aver portato entrambe le formazioni (Giovanissimi e Allievi) in un campionato difficile e stimolante come quello Regionale non può che riempire tutta la Società di orgoglio e ci fa capire che la strada è quella giusta e che la voglia di fare e migliorarci deve continuare a pari passo degli investimenti, perché il risultato raggiunto, dimostra che si viene sempre ripagati.


Mirko, complimenti a te e a Roberto per questo traguardo, cosa ci dici del risultato raggiunto insieme ai tuoi ragazzi?

Visto il campionato scorso e le batoste prese in un girone interprovinciale difficile, sicuramente la stagione attuale era tutta in salita e basata sulla crescita dei ragazzi.

L'obiettivo dei regionali era stato conferito ai ragazzi più come stimolo che come vero e proprio obiettivo. La consapevolezza di poterci veramente arrivare e giunta dopo le ottime prestazioni fatte con le squadre più quotate, Casumaro e Frutteti, dove la squadra ha messo in mostra delle buone trame di gioco.

Da adesso in avanti, lo scopo sarà esprimere l'ottimo gioco anche con chi fisicamente è superiore a noi. Sicuramente i ragazzi cresceranno molto, saranno portati in una dimensione molto diversa rispetto a quella che hanno vissuto fino ad ora.


Roberto, parlaci di questo risultato raggiunto con i ragazzi.

Diciamo che dalle prime chiacchierate con il Mister Mirko ed i ragazzi questa prima parte di stagione sarebbe servita per ripartire e lavorare su quelli che sono stati i limiti dell’anno precedente, a dire la verità non si è mai veramente iniziato a parlare di una tappa come i regionali fino a dopo le due gare con Casumaro e Frutteti, le più quotate del campionato. Dopo quelle gare i ragazzi hanno iniziato a prendere consapevolezza dei propri mezzi continuando a crescere, a migliorare a vista d’occhio, allenamento dopo allenamento e partita dopo partita.

Sono molto contento per i ragazzi e per Mister Mirko per questa soddisfazione perché dimostra quanto si stiano applicando ed impegnando continuando a crescere con un ottimo lavoro.

Ora però questo primo “risultato” inaspettato non deve essere un punto di arrivo ma un’opportunità per i ragazzi di crescere in maniera esponenziale misurandosi con realtà e situazioni sempre più complicate, ora dovremmo essere bravi io e il Mister a far capire, questo, a loro, in modo da poter comunque esprimere il bel gioco che ci ha contraddistinto fino ad adesso anche contro squadre attrezzatissime, senza buttarsi giù nei periodi più complicati. Dovranno sempre continuare ad avere chiaro e nitido l’obiettivo prefissatoci fin dal principio ovvero un continuo miglioramento.

Seguici su Facebook

Classifica